venerdì 7 novembre 2008

Upgrade #2: movimento centrale/vernice

Ho schiavellato di nuovo, questa volta con danni.

Ho smontato il movimento centrale per cambiare cuscinetti (quelli che avevo su erano trovati al volo in ciclofficina e non erano in buono stato...). Gli eventi sono precipitati: la chiavella sinistra era incastrata male, ma teneva, quella destra mi ha fatto dannare: lima, martellate, imprecazioni. La guarnitura non ne voleva proprio sapere di tornare al suo posto.

Di tutta risposta ho avuto in regalo l'ennesimo incrocio tirato dritto: si è spaccata la chiavella destra di colpo e mi sono trovato come un fesso con entrambi i piedi ingabbiettati paralleli al suolo. Meno male che era verde, l'unico problema era aspettare di fermarmi con calma senza ammazzarmi con pavè + rotaie + bagnato.

Sono tornato a casa a piedi e meno male che ho fatto un bel pezzo di strada chiacchierando con un signore che, incuriosito dalla mia bici, mi ha raccontato della sua passione per le BDC vintage.

Almeno ho sbollito la rabbia.

Smontando il movimento centrale ho pure scoperto che il perno si era leggermente piegato. Ho comunque preso in mano la situazione: nuovo perno, leggermente più largo, nuova calotta e pedivella sinistra, chiavelle che finalmente entrano come si deve. La bici ora gira come un fusetto, non dico perfetta ma quasi. Sembra tutto solido al punto giusto, e la critical mass mi ha dato ragione: nessun problema anche tirando.

Visto che c'ero ho anche rimosso la vernice, che mi srava facendo andare fuori di melone.

Adesso la bici è tornata grezza, che più grezza non si può.

Grezza e funzionante.

3 commenti:

Nephasto ha detto...

vedrai che senza vernice non avrai più problemi. secondo me era quella la causa dei guai!

joanfran ha detto...

alla fine hai cambiato il tutto, hai fatto bene: in una bici no brake avere qual tipo di problemi alle pedivelle è non è certo il massimo...


ps: quella vernice io la odio!

Ico ha detto...

Comincio a pensare che era veramante la vernice a portar rogna...

Comunque adesso fila che è un piacere!