giovedì 30 ottobre 2008

Test drive #2: tutto ok

la bici funziona. Sistemati un paio di spessorini, rivisto qualche bullone, preghierina prima di partire... insomma va: la catena non gratta e sembra tutto a posto.

Partendo per il test drive "serio" avevo qualche dubbietto, visto che l'ultima volta mi è saltata la catena due volte, una delle quali mi ha regalato l'emozione di un rosso sparato a ruota libera (forse mettere un freno finchè la bici non è a punto non è una cattiva idea...).

Invece fila.

Il rapporto 52/15 imbruttisce parecchio, ma è una scelta pigra in attesa di andare a pigliare un pignone più umano. Poi non ho manco voglia di smontare l'attuale, visto che tutta la ruota posteriore così com'è andrà direttamente a Nephasto per la sua nuova fissa. C'è da dire che ho tirato due allunghi degni di nota: la bici è nettamente più veloce e ignorante, e la posizione di guida è tutt'altro che rilassata: mi piace!

Mancano solo le ruote nuove, quindi: è giunta l'ora di campanare a festa!

1 commenti:

joanfran ha detto...

questa si che è una bella notizia, il grigio che gli hai dato sembra un figata ma aspettiamo foto migliori per un giudizio definitivo. mi piace molto il suo nome corsaro.

alla fine mi pare che tu stia orientando la tua ricerca su una veloce bici urbana o sbaglio? attendiamo con ansia una descrizione dei vari componenti sia per soddisfare la curiosità di malati amanti delle due ruote sia per dimostrare che si possono ottenere delle bici belle ed emotive senza dover spendere per forza soldoni. e poi a noi che piacciono le cose dal sapore antico non possiamo che affidarci al recupero di quello che la modernità scarta.