giovedì 16 ottobre 2008

La Graziella di Michele





Michele, insieme a Fabio, è uno dei miei maggiori interlocutori ed ispiratori, da un anno a questa parte, in fatto di bici.

Si può ben dire che sia già arrivato ad un punto di equilibrio e, nonostante continui a cercare di assemblare e migliorare bici da passeggio per mia madre e mia sorella, per sè preferisce telai piccoli, pighevoli, prestanti e, come si può vedere in foto, con una posizione di guida molto caratteristica: manubrio molto alto. cosa che risulta in effetti comoda.

Questo quindi è ciò che vuole, e lo si nota anche dalle altre Grazielle assemblate che girano in garage e dai telai che ancora attendono una giusta ispirazione. Ci sarebbe tanto da dire, sopratutto per altri pezzi che si intravedo qua e là: una bibici, una pighevole con trasmissione a cinghia dalla pozizione di guida malatissima, e altre chicche.

Al momento sta cercando di capire come utilizzare uno splendido telaio in alluminio grezzo. Attendiamo fiduciosi.

Per quanto riguarda il mezzo in foto è frutto di una lunga evoluzione. Questa bici, in origine, l'ho usata pure io per un periodo, ma era alquanto diversa: al tempo era una graziella alleggerita e resa più performante, contropedale e una bella passata a grezzo di vernice parasassi da auto. Si guidava molto bene in città, comoda sul pavè e sempre bella liscia in pedalata.

Adesso l'upgrade l'ha portata ad altri livelli. I lavori hanno interessato un po' tutto il mezzo, cerchiamo di elencarli.

Il telaio è stato segato e modificato nella zona cannoto di sterzo per poter accogliere la forcella anteriore di una MB da bambino. E' stato creato un nuovo riser per il manubrio a partire da una vecchia pipa da corsa segata e unita ad un reggisella. Tutti i raccordi sono stati realizzati artigianalmente, così come il sistema di fissaggio del riser stesso. Attacco manubrio di una MB sverniciato e riportato a grezzo. Freno anteriore nuovo e in mezzo al manubrio un bel faro anni '50 di recupero.

Al posteriore mozzo con contropedale e cambio integrato interno a 3 velocità, dinamo eun piccolo faro bullet, sempre di recupero.

Guarnitura, come si può notare, importante. Pedali nuovi da MB. Si può notare sotto la sella una placca paracolpi sagomata realizzata in alluminio. Presto in arrivo una seconda sul cambrone, che si collocherà in posizione anteriore rispetto al classico serraggio da graziella, pensata per appoggiare il piede sulla canna senza sporcare la verniciatura.

Quest'ultima comunque non è tanto delicata: saratoga gel per cancelli grigio forgia.

Che dire? A me sta graziella, ME piace! Me piace assai!

5 commenti:

joanfran ha detto...

bella bella, indubbiamente bella.
volevo però chiederti che rapporto monta e come avete fatto ad avere una buona riuscita con il gel saratoga? io lo avevo in casa e dopo averlo messo su telaio è venuta una schifezza!

Ico ha detto...

allora, il rapporto non riesco proprio a ricordarmelo, la vecchiaia avanza ;P stasera chiedo

per il discorso gel: io ero molto curioso sulla sua resa, visto che non sono un gran pittore e sia a spary che a smalto faccio dei gran casini...

anche lui non adora pitturare, però mi diceva che il gel tende ad uniformarsi molto, sopratutto se la base è ben preparata.

per quello che ho visto io il risultato è ottimo, forse meglio della mia sbombolata spray su Gauge...

anzi, sai cosa ti dico: a breve apro un topic sulla verniciatura, visto che la cosa mi ha fatto un po' tribolare...

joanfran ha detto...

si la verniciatura è una cosa che mi ha dato sempre problemi:
nella graziella la superficie é venuta bella ma al minimo colpo saltava via(spray);
nella fissa ho usato il gel, ma non so perché ha asciugato male e tende ad essere fragile anch'egli.
mi sono pentito ma per ora rimane così.

Anonimo ha detto...

vorrei sapere che cambio interno hai usato, vorrei copiarlo per la mia graziella che sto restaurando..
Grazie, e complimenti pe ril lavoro, notevole.

lord casco nero ha detto...

ciao, domani dovrei vedere l'assemblatore/propietario di questa bici e posso chiedergli specifiche sul mozzo posteriore.

comunque l'ultima volta che l'ho vista era stata modificata in più punti, sopratutto nell'anteriore: effettivamente potrei fare un nuovo servizio fotografico!:D