giovedì 3 settembre 2009

Paint it black

Nera, paint it black.

Perchè costava di meno degli altri colori.

Perchè solo l'idea di scegliere tra tutte le palette di colore mi dava il mal di testa.

Perchè alla fine non mi interessa una beanamata mazza che sia figa o meno: l'importante è che uno strato di vernice protegga l'acciaio dalle intemperie, dal sudore e dall'acqua delle borracce.

Il resto viene da sé: meccanismi ben oliati, gambe depilate, testa bassa e macinare km in silenzio.

No.

A ritmo di chitarre distorte, come qualche anno e sopratutto tanti cm di capelli fa: nero di anfibi tirati a specchio, nero di giacche di pelle, nero che poteva esser l'unico colore plausibile per il tuo basso elettrico.

E poi, sul nero, cromo. Come le borchie sul chiodo.

Si chiamerà Black Magic, veloce e silenziosa come la barca.

O Black Betty, stronza come la canzone?

Boh, forse entrambi i nomi...

NB: non è vera una sega, quando oggi ho ritirato il telaio dal verniciatore ho subito pensato: minchia che figata sto colore!!! :°D

3 commenti:

joanfran ha detto...

bene bene.. io però avrei aggiunto:

On air: Back in Black, AC/DC

ahahahah

bbio ha detto...

Black Magic Betty
acronimo B.M.B. che suona un po' come BiMBa

oppure

Magic Black Betty
acronimo M.B.B. che suona un po' come il vecchio grido di battaglia del roadrunner in lotta eterna con wlly il coiote

;)

lord casco nero ha detto...

minchia Capitan Bbio: ben fatta! Mi hai trovato la soluzione per il nome:

Black "Magic" Betty!

Ci sta, eccome se ci sta!!! ;)